“Women, Leadership & Sport” - un workshop dedicato alle donne manager nello sport
18 giugno 2019

Trentino Sviluppo e Scuola dello sport CONI unite dal sostegno alla parità di genere nel settore dello sport. 

Oggi le donne sono protagoniste come i colleghi maschi del panorama sportivo internazionale, come testimonia da ultimo la grande attenzione mediatica e di pubblico riservata ai Mondiali femminili di calcio, eppure sul fronte dirigenziale c’è ancora molto da fare. Per questo motivo Trentino Sviluppo e la Scuola dello Sport CONI hanno organizzato il 13 giugno a Roma il workshop internazionale “Women, Leadership & Sport”, un incontro nato per approfondire le prospettive della leadership femminile nello sport business.

“La sotto-rappresentazione delle donne nello sport, sia per quanto riguarda la pratica sportiva che per quanto riguarda la governance, è ancora un dato di fatto. Ma non è in nessun modo più una peste”

Mélanie Duparc, segretaria Generale della World Union of Olympic Cities

Rispetto a qualche anno, oggi le atlete sono molto più presenti nello sport sia professionistico che amatoriale, contribuendo in maniera significativa ai medaglieri dei grandi eventi internazionali, aggiudicandosi una parte significativa dei contratti di sponsorizzazione e guadagnando le prime pagine dei quotidiani sportivi.
Un trend consolidato e in continua crescita che però non ribalta la situazione a livello dirigenziale nelle società, in organismi ed enti sportivi, dove c’è ancora molto da lavorare. Ad incoraggiare la partecipazione femminile all’interno del Movimento Olimpico ha pensato il CIO nell’impostare gli obiettivi di Agenda 2020 (raccomandazione 11), direttive che sono state recepite anche dal Comitato olimpico italiano che ha voluto le quote rosa per il prossimo quadriennio olimpico: dopo Tokio 2020, quando le 44 Federazioni del Coni andranno ad elezioni, almeno un terzo dei consiglieri federali dovrà essere donna. Gli sforzi in tal senso non mancano, con l’introduzione di nuovi sistemi di quota nella governance del sistema sportivo e nei comitati organizzativi degli eventi sportivi.

In questo contesto di fermento e crescente consapevolezza si è inserito il workshop "“Women, Leadership & Sport”, un evento durante il quale hanno preso la parola diversi speaker internazionali tra cui Alessandra Sensini (vicepresidente CONI), Rossana Ciuffetti (Direttrice Scuola dello Sport CONI), Iris Cordoba (General Manager, GSIC/Global Sport Innovation Centre powered by Microsoft), Melanie Duparc (segretaria generale di World Union of the Olympic Cities), Veronica Diquattro (executive vice president di DAZN), Francesca Sanzone, (vicedirettore generale della FIGC), Laura Maffei (Direttrice di Strategic Marketing & Cluster Sport, Trentino Sviluppo) e molti altri ancora, per un evento di prospettiva internazionale. 

Il workshop e il suo positivo riscontro a livello mediatico sembrano confermare l'opionione delle molte professionalità che si sono alternate il 13 giugno sul palco della Scuola dello Sport CONI: non esistono più professioni maschili e professioni femminili, esistono soltanto dedizione, impegno e capacità di imporsi a livello internazionale.

Questa, a livello indicativo, una lista delle uscite stampa sul workshop: 

IL SOLE 24 ORE   

UNO MATTINA min 38.08 

SCUOLA DELLA SPORT CONI

FIGC 

IL MESSAGGERO 

IL MESSAGGERO 

CALCIO E FINANZA

CALCIO E FINANZA 

CORRIERE DELLO SPORT

ANCI

PROVINCIA DI TRENTO

AIFI

STARTUPITALIA

SPORTECONOMY

ALPEUREGIO 

LA VOCE DEL TRENTINO