Qualità della vita
Ambiente, sostenibilità, salute e benessere

Qualità della vita significa molte cose: il benessere psico-fisico e sociale della persona, l’ambiente in cui si vive, il sistema turistico, culturale, museale e sportivo, l’ambito urbano ma anche le componenti paesaggistiche più legate al sistema territoriale e montano.

Sono diversi gli attori del mondo della ricerca e dell’innovazione operanti in questo ambito. Per esempio, oltre a Fondazione Bruno Kessler e Fondazione Edmund Mach: il Center for Integrative Biology (CIBIO), il Center for BiomedicaI Technologies (BIOTech), il Centre for ComputationaI and Systems Biology (COSBI), il Centro Interdipartimentale Mente e Cervello (CIMEC), l’Istituto di Biofisica (IBF) e l’Istituto dei materiali per l’elettronica ed il magnetismo (IMEM) per quanto riguarda gli studi e le tecnologie di nanomedicina, Create-NET, Fondazione Graphitec, Agenzia per la Protonterapia ed EURICSE.

Sono forti anche l'allineamento e il coinvolgimento delle politiche e degli attori locali all’interno delle principali iniziative nazionali ed europee del settore. La partecipazione ai Cluster Tecnologici Nazionali "Tecnologie per gli ambienti di vita" e "Tecnologie per le Smart Communities" ed ai Partenariati Europei per l’Innovazione "Invecchiamento attivo e in buona salute" e "Città e comunità intelligenti".

Sono stati identificati i seguenti ambiti prioritari di intervento:

  • Città e comunità intelligenti;
  • Conservazione e valorizzazione del paesaggio ambientale, antropizzato ed urbano;
  • Turismo, cultura, sport e tempo libero;
  • Sanità, benessere e cura della persona.