Secure Meters sceglie il Trentino per crescere in Europa
Aprile 2022

 


Perché una multinazionale asiatica con migliaia dipendenti e sedi in tutto il mondo dovrebbe scegliere il Trentino come base per la propria espansione in Europa?

Per rispondere a questa domanda Invest in Trentino vi racconta oggi la storia di Secure Meters, impresa indiana attiva nel settore delle tecnologie applicate al risparmio energetico, che ha deciso di insediarsi nei nuovi spazi produttivi di Be Factory in Progetto Manifattura, l’hub green di Trentino Sviluppo a Rovereto.

Perché Secure meters ha scelto il Trentino?

Lasciamo subito la parola a Suket Singhal, ceo di Secure Meters, che durante la visita in Be Facotry ha spiegato con chiarezza quali sono le ragioni che hanno spinto la multinazionale indiana a insediarsi in Trentino.

«Ciò che mi piace del Trentino e che mi ha spinto ad aprire qui la nostra terza sede in Europa è l’ecosistema innovativo che è stato creato e il numero di aziende presenti sul territorio che si stanno focalizzando sull’efficientamento energetico e sul green».

Quello del risparmio energetico è, in effetti, uno dei settori su cui la Provincia autonoma di Trento sta investendo molto attraverso la nuova strategia di specializzazione intelligente (S3) e l’insediamento a Rovereto di Secure Meters conferma il livello di attrattività internazionale del territorio trentino.

Le altre ragioni per cui, secondo Singhal, una multinazionale dovrebbe insediarsi in Trentino sono:

  • La presenza di infrastrutture di altissima qualità, quali per esempio la nuovissima Be Factory, 9 ettari di spazi produttivi inaugurati a settembre 2020;

  • Le tecnologie presenti in Trentino dedicate alle rinnovabili e all’efficientamento energetico;

  • Il veloce accesso all’Europa continentale e lo sbocco quasi immediato sul Mediterraneo.

 

Guarda la video-intervista a Suket Singhal, CEO di Secure Meters

(disponibili sottotitoli in italiano)

 

 

Secure Meters: mercati e opportunità di lavoro

Secure Meters si occupa di progettare, produrre e commercializzare soluzioni integrate – hardware, software e servizi – e customizzate che hanno l’obiettivo di aiutare le imprese clienti a ottimizzare l’uso delle risorse energetiche e migliorare la qualità degli ambienti domestici e di lavoro. Come suggerisce il nome stesso, la multinazionale impiega tecnologie di metering (misurazione) ed è stata tra le prime a implementare i sistemi di controllo della climatizzazione domestica.

Enrico Grisenti, executive sales manager Europa di Secure Meters, illustra i progetti futuri in Trentino

 

Secure Meters conta 6.500 dipendenti distribuiti in 7 Paesi nel mondo e in Europa è già presente in Svezia e nel Regno Unito. Nella nuova sede di Rovereto, che sarà pienamente operativa entro inizio estate e che è stata scelta tra una rosa di 9 location europee, verranno prodotti strumenti per il controllo delle reti di distribuzione elettrica grazie anche all’ausilio di moderni impianti robotici.

Per lo stabilimento trentino sono già aperte le selezioni per 25 nuovi addetti, che potrebbero poi aumentare una volta messa a regime la produzione. Per il momento l'azienda ha bisongo soprattutto di tecnici mediamente specializzati, ma in futuro sarà necessario un set di competenze sempre più vaste, necessarie per l'analisi dei dati e per capire come funzionano i sistemi elettrici. In quest'ottica sono molto apprezzati i profili meccatronici.