Ricerca, la Fondazione Bruno Kessler mette in campo 30 borse di studio
Un impegno per i ricercatori del futuro
Giugno 2020

La Fondazione Bruno Kessler mette in campo 30 borse di studio per studenti di dottorato che potranno iniziare il proprio percorso già a fine 2020 e svolgere la propria attività alla FBK per i prossimi tre anni. "Un impegno per i ricercatori del futuro" è stato spiegato in una nota.

Le borse sono bandite in collaborazione con le scuole di dottorato di atenei fra cui le Università di Trento, Bologna, Bolzano, Genova, Padova e Udine, e vertono su diverse tematiche alla frontiera della ricerca come l’Intelligenza artificiale.

Attualmente, sottolinea il direttore dell’International PhD Program della FBK Bernardo Magnini, "abbiamo circa 140 studenti provenienti da vari paesi nel mondo che svolgono il loro dottorato nei vari centri della Fondazione Bruno Kessler. Possiamo dire che il loro contributo costituisce una linfa vitale della ricerca FBK. Al tempo stesso per i futuri ricercatori questo programma di dottorato è una grande opportunità".

La Fondazione Bruno Kessler garantisce un percorso di eccellenza, affiancato da esperti di assoluto prestigio internazionale, con la possibilità di sfruttare una rete di contatti accademici e industriali a livello mondiale. "Questa eccellenza – ha concluso Magnini - è testimoniata dalla facilità con cui i nostri studenti trovano posizioni di grandissimo valore nei centri di ricerca delle maggiori aziende, tra cui, solo per fare qualche esempio, Google, Amazon, Facebook, IBM".

Tra le iniziative più recenti in questo ambito si colloca il "Dottorato in Innovazione Industriale", in collaborazione con l’Università di Trento, tramite il quale vengono attivati percorsi di alta formazione sui temi di interesse delle aziende coinvolte.

Tutte le informazioni sui bandi 2020 alla pagina: https://phd.fbk.eu/calls/.