Il Trentino al centro della lotta ai microorganismi resistenti
02 agosto 2019

La ricerca di nuove strategie per contrastare i microorganismi resistenti agli antibiotici rientra tra le priorità di tutti i sistemi sanitari e lo spazio per soluzioni ad alto contenuti tecnologico è sempre più rilevante. In questa sfida d’importanza globale, il Trentino gioca un ruolo di rilievo.

La Provincia autonoma di Trento, tramite il Dipartimento Salute e Politiche Sociali, è l'unico partner italiano del Progetto Europeo “Anti-Superbugs”, un’iniziativa il cui scopo è proprio quello di implementare soluzioni tecnologiche innovative in grado di rilevare la presenza di microorganismi resistenti agli antibiotici all’interno di strutture ospedaliere, inviando le informazioni in tempo reale alle strutture cliniche. 

ANTI-SUPERBUGS

Il progetto, promossa nell’ambito del programma Horizon2020, mira a rendere più efficaci e efficienti la prevenzione e il controllo delle infezioni, sfruttando nuove soluzioni ICT con cui identificare precocemente e monitorare la presenza di “superbugs”, facilitando il lavoro dei professionisti della sanità. Oltre alla Provincia autonoma di Trento. il progetto coinvolge un consorzio di istituzioni, strutture sanitarie e organizzazioni di ricerca di Paesi diversi:

  • Spagna (Paese coordinatore con l'Institut Catala D'Oncologia ICO)
  • Germania 
  • Italia
  • Regno Unito 
  • Svezia 

Questa è la lista degli istituti coinvolti:

  • Dipartimento salute e solidarietà sociale della Provincia autonoma di Trento
  • ICO Institut Català d'Oncologia
  • Universitätsklinikum Aachen
  • Sheffield Teaching Hospitals NHS Foundation Trust
  • Helios Universitätsklinikum Wuppertal
  • Fundació per la Docència i Recerca Mútua Terrassa
  • Agencia de Calidad y Evaluación Sanitarias de Cataluñ

Nell’ambito del progetto è stato lanciato il 26 luglio 2019 un appalto precommerciale (PCP), uno strumento di appalto di servizi di ricerca e sviluppo che si basa sulla competizione tra imprese per rispondere a specifiche richieste di innovazione finalizzata alla risoluzione di problemi reali e concreti che affliggono la popolazione europea. Nel caso dell’appalto per il progetto Anti-superbugs la sfida lanciata alle aziende è quella di sviluppare soluzioni ICT in grado di consentire di identificare precocemente e garantire una sorveglianza continua sulla presenza di microorganismi resistenti, mediante la produzione di informazioni e feedback utili a supportare decisioni e azioni appropriate da parte dei professionisti sanitari.

Il budget disponibile per la ricerca, lo sviluppo e la fase di test di queste soluzioni innovative è di 3.45 milioni di Euro (IVA inclusa) e la deadline per la sottomissione delle proposte è fissato per il 28 ottobre 2019

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito web del progetto Anti-superbugs alla pagina "Call for Tender "Antisuperbugs".