Il Trentino ha una elevata sensibilità verso la conservazione del territorio e la sostenibilità ambientale ed un indice BES (Benessere Equo e Sostenibile) tra i più alti d’Italia. 

Il Trentino porta avanti una serie di attività allo scopo di attuare una strategia per lo sviluppo sostenibile del territorio in linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU e vanta una consistente produzione di energia da fonti rinnovabili (in particolare dalle centrali idroelettriche), un’eccellente gestione dei rifiuti, una buona qualità dell’aria e dell’ambiente ed ottimi livelli di mobilità sostenibile.

La Provincia autonoma di Trento valorizza il concetto di economia circolare, non solo attraverso forme di riciclo e di riuso, ma anche agendo sulla fase di progettazione e sull’intero ciclo di vita dei prodotti. Grande attenzione è posta al tema dell’efficienza energetica degli edifici con politiche di promozione degli interventi di riqualificazione energetica degli edifici e incentivi alla realizzazione ex novo di struttre NZEB a energia quasi zero, edificate con tecnologie e materiali sostenibili.

Il territorio incentiva una transizione verso modalità alternative di spostamento, mediante l’utilizzo della bicicletta, dei mezzi di trasporto pubblico, la condivisione dell’auto, l’utilizzo di combustibili alternativi e di veicoli elettrici, oltre che attraverso la realizzazione di adeguate infrastrutture. Il mondo della ricerca ha tra gli obiettivi lo sviluppo di tecnologie per la decarbonizzazione, la riduzione dell’inquinamento atmosferico ed un utilizzo sostenibile delle risorse.
 

Habitech, il distretto tecnologico trentino per l’energia e l’ambiente

Iniziative di livello internazionale favoriscono lo sviluppo di attività imprenditoriali in ambito energia e green tech. Tra queste Habitech - distretto tecnologico trentino per l'energia e l'ambiente che opera negli ambiti di edilizia, energia e mobilità riunendo oltre 8.000 addetti e 300 imprese. Habitech partecipa al Partenariato Europeo per l’Innovazione «Città e Comunità Intelligenti» e al Cluster Tecnologico Nazionale «Tecnologie per le Smart Communities».

Dal punto di vista economico il comparto delle costruzioni e dell’energia è molto rilevante sia in termini di valore aggiunto (circa 1.308 milioni di euro) sia di numero di imprese (7.900 unità). 

Il Trentino è promotore di ARCA (Architettura Confort Ambiente) primo sistema di certificazione ideato e realizzato esclusivamente per edifici con struttura portante in legno e che garantisce sicurezza, efficienza energetica, confort e sostenibilità. 
 

Ricerca e innovazione in Trentino in ambito energia e green-tech

Dal punto di vista tecnico-scientifico il Trentino può contare, inoltre, sulla presenza nel suo territorio di numerosi centri di ricerca e innovazione specializzati, tra cui:

  • Università di Trento con il Centro Universitario Edifici Intelligenti (CUNEDI)
  • CNR con l’Istituto per la Valorizzazione del Legno e delle Specie Arboree (IVALSA)
  • Fondazione Bruno Kessler, con l’Applied Research on Energy Systems
  • Fondazione Edmund Mach, col suo Centro Trasferimento Tecnologico (impegnato nella ricerca sulle biomasse), Foxlab e l’Istituto Europeo per le Foreste
  • Trentino Sviluppo e il suo incubatore di imprese green tech Progetto Manifattura
  • MUSE, Museo delle Scienze

Ricerca e Innovazione in Trentino: scopri tutti i protagonisti >>