SCALE UP E FUNDING PER LA TUA STARTUP

DATA

Giovedì 13 febbraio, ore 8.30 - 12.30/13.30-17

Mercoledì 29 aprile, ore 8.30-12.30/13.30-17 

DURATA 

15 ore

PROGRAMMA

Il modulo tratta gli aspetti fondamentali sui quali uno startupper deve riflettere prima di avviare la propria iniziativa imprenditoriale, con lo scopo di preparare i partecipanti a sostenere la propria startup nel disegno del programma di sviluppo del prodotto/servizio e ad esporla ad una platea di investitori privati. Esso anticipa alcuni tra gli argomenti che verranno poi trattati separatamente anche in altri moduli specialistici successivi temporalmente, offrendo al partecipante un approccio olistico.
Il docente utilizzerà metodologie di simulazione e case-studies, per verificare e valutare in modalità interattiva la maturità del modello di business delle startup partecipanti. Saranno illustrati alcuni casi concreti, anonimizzati, di business model vincenti.

Il processo interattivo in aula, attraverso un confronto facilitato sui vari punti di forza e debolezza di ogni startup partecipante, permetterà di creare dinamiche di condivisione delle esperienze, e di avere come output finale la condivisione delle azioni opportune per la gestione del rischio imprenditoriale nonché degli elementi di forza competitiva del business model e della tecnologia da valorizzare nella fase di scale-up e le leve delle diverse forme di finanziamento per sostenere una startup in funzione della maturità della stessa (Angel, Venture capital: differenze e dinamiche).

Sulla base di ciò si innesterà la seconda giornata del percorso formativo di interesse specifico del proprio segmento di operatività attraverso una simulazione della presentazione del pitch a un panel di investitori virtuali che daranno un loro feed-back in aula.

 

Dettaglio 1° incontro
L’avvio dell’impresa, la gestione del rischio 

Nel corso del primo incontro sarà fornito ai partecipanti un supporto finalizzato alla gestione del rischio di impresa e alla valorizzazione del potenziale imprenditoriale. Il docente condividerà - attraverso una metodologia partecipativa - diversi casi studio al fine di trattare i seguenti temi: 
•    valutare l’idea e il potenziale commerciale della startup nel suo complesso;
    Durata: 2,5 ore
•    identificare le possibili cause e i vincoli potenzialmente ostativi alla buona riuscita del percorso imprenditoriale della startup: 

  • il business model;
  • la governance aziendale;
  • i finanziamenti;
  • individuazione del mercato-obiettivo; 
  • i rischi da gestire.

Durata: 5 ore


Dettaglio 2° incontro

Pitch simulation

Lo scale-up è una modalità di crescita accelerata attuata dalle startup tecnologiche attraverso la formulazione di un business model scalabile e ripetibile e che pertanto permette l’acquisizione - in tempi brevi – (i) di elevate marginalità, (ii) di forte velocità di crescita del business, (iii) di una forte capacità di attrarre investitori. Pertanto il secondo giorno di training – strettamente collegato al modulo formativo che avrà luogo il 13 febbraio - avrà la finalità di trattare i seguenti temi:
1. la comunicazione del pitch sulla base del vantaggio competitivo di tecnologia e business ed - in particolare - la comunicazione efficace della proposta progettuale sui seguenti temi: 

  • la “Customer Discovery”: identificazione del problema chiave per l’audience target e la soluzione proposta;
  •  “Customer Validation” da parte della target audience;
  •  “Customer Creation”, ovvero come potenziare la domanda;
  • "Company Building”, la scala di crescita dell’impresa. 

Durata: 3 ore

2. le strategie di exit (seed investment, serie A, B, C di Venture Capital, IPO)

Durata: 1,5 ora 

3. il supporto all’implementazione in aula verrà completato con una simulazione durante la quale i partecipanti effettueranno una prova pratica di pitch alla presenza di un panel di valutazione “indipendente” che valuterà i pitch e darà un feed-back in aula.

Durata: 3 ore 

 

Oltre alla lezione di tipo tradizionale, il docente potrà fare ricorso alla presentazione di case studies, a lavori di gruppo, simulazioni e discussioni in aula al fine di facilitare lo scambio di esperienze e punti di vista tra i partecipanti all’evento formativo. 
 

DOCENTE

ALEARDO FURLANI

Ha oltre vent’anni di esperienza nel campo dei servizi per l’innovazione, il trasferimento tecnologico e il management strategico attraverso gestione di progetti nel campo della valutazione, revisione e monitoraggio di programmi di finanziamento e di ricerca e sviluppo europei, politiche e strategie per l’innovazione a livello europeo, nazionale e regionale e piani di sviluppo regionale per l’innovazione. Ha esperienza anche nel campo delle strategie di business, marketing internazionale nonché della governance aziendale nell’ambito della quale dal 2007 collabora con Trentino Sviluppo per il supporto alle PMI trentine attraverso una metodologia congiuntamente sviluppata.

LINK PER ISCRIZIONE

[Iscriviti qui]